Pubblicità on-line, istruzioni per l’uso.

Parlando di Digital Marketing, e in particolar modo di Campagne Pubblicitarie, c’è un elemento che sfugge a molti imprenditori e professionisti, e non certo per colpa loro.

Il termine “pubblicità”, nel senso tradizionale del termine, è impresso nelle memorie come un’attività visiva (TV, stampa, manifesti, volantini, ecc..), che ha lo scopo di indurre all’acquisto.

Il punto è che la “pubblicità” sul web, pur partendo dallo stesso presupposto, segue dinamiche diverse o meglio, aggiunge elementi che se ignorati, possono comportare il rischio di spendere soldi inutilmente.

Se è vero che la persona che vede la nostra pubblicità on-line probabilmente è la stessa che vede un manifesto in strada, è pur vero che gli ambienti in cui tale incontro avviene determinano comportamenti diversi.

La prima barriera da abbattere è la fiducia; non che un manifesto ne trasmetti chissà quanta per carità, ma viene percepito come qualcosa di familiare, di quotidiano ed inoltre fa parte ormai dell’ “arredo urbano” del nostro quartiere.

Il web crea invece dinamiche mentali molto diverse.

Tutto è a portata di click, in pochi attimi si possono trovare diverse alternative a ciò di cui abbiamo bisogno, inserzioni, annunci e spot si susseguono tra uno scroll ed un altro, invadono gli schermi dei nostri smartphone e se è vero che anche ciò fa ormai parte della nostra quotidianità, ci vuole un attimo di tempo affinché un inserzionista conquisti la nostra fiducia.

Esistono processi che vengono definiti di follow-up, cioè continuare ad essere presente nella vita dell’utente una volta che questi ha interagito con noi (ha visitato il nostro sito, messo un like ad un nostro post, guardato un video, ecc).

Le possibilità di tracciamento dei comportamenti ormai è a livelli molto alti, permettendo attività di re-marketing o di guida all’acquisto attraverso contenuti formativi e informativi che generino nella mente del potenziale cliente la (quasi) convinzione che la nostra soluzione sia la migliore possibile.

Ed è qui che si gioca la partita, nella pianificazione di un’attenta attività di follow-up.

Ovviamente risulterà determinante quanto sia in target l’utente che stiamo “inseguendo”, e chiaramente se abbiamo sbagliato all’inizio ci ritroveremo ad inseguire persone che mai a poi mai diventeranno nostri clienti, con evidente spreco di temo e soldi.

Queste sono solo una parte delle dinamiche che appartengono al mondo della pubblicità on-line, e gli imprenditori devono sapere che non esiste un risultato “a freddo”, non esiste “mi faccio conoscere così acquistano”.

Farsi vedere è il primo passo ovviamente, ma l’acquisto non ne è la diretta conseguenza, bensì il risultato di una strategia pianificata e basata su dati che, in mancanza di uno storico, come avviene nella stragrande maggioranza delle piccole attività locali, vanno raccolti.

Per tirare le somme dunque, il primo passo che un imprenditore deve compiere consiste nel capire queste ed altre dinamiche, perché è da esse che dipenderà la stima di eventuali budget da investire, e dunque del livello di rischio imprenditoriale da assumersi.

E il compito di noi operatori del settore è di spiegare queste cose ai nostri clienti, formarli e fargli comprendere che il risultato è certamente possibile , ma non è frutto del caso o della semplice visibilità, ma di un lavoro di analisi, test, misurazioni.

Un percorso certo non esente da errori, ma ragionato e condiviso, e che dalla nostra esperienza, possiamo dire che può diventare entusiasmante, non tanto per i risultati (ovviamente), ma anche perché spesso si aprono opportunità inaspettate e spesso piacevolmente sorprendenti.

Lascia un commento:

Ultimi articoli

06

Dic
Blog, Comunicazione, Lead Generation

Gli step che accompagnano l’acquisto…

Per antonomasia sono 3 gli step che segue un consumatore medio, prima di sodisfare un bisogno/esigenza/desiderio. La presenza di un supporto, per il nostro potenziale, potrebbe risultare determinante affinché si concretizzi l’acquisto di un prodotto o servizio.  In seguito alla fase di elaborazione dell’esigenza, secondo la nostra esperienza, ci si addentra alla fase di valutazione. Si susseguono […]

04

Dic
Comunicazione, Digital Marketing, Strategia

Cyber Monday 2019 da record per Amazon

Per Amazon il Cyber Monday 2019 è stato l’evento del record dello shopping di tutta la storia dell’azienda. Amazon ha comunicato che il Cyber ​​Monday è stata la giornata di shopping di maggior successo, in base al numero di articoli ordinati a livello globale e di fatturato assoluto. L’e-commerce più grande in assolutoraggiunge un altro straordinario obiettivo, aprendosi a riflessioni ampi e[…]