Lead Nurturing…può funzionare? Yesss

Un utente interessato ad un prodotto/ servizio nel momento in cui condivide i suoi dati diventa un lead.

Le modalità di generazione possono essere molteplici:

compilazione di form

iscrizione alla newsletter

download materiale informativo

parlando in chat con l’assistente.

Compiuta una di queste azioni il lead entra a far parte del patrimonio più importante per un’azienda:

il database.

I dati rilasciati dai potenziali acquirenti hanno per le aziende un valore smisurato,

soprattutto per chi ha una visione nel medio e lungo periodo ed intende fare business con un progetto che prevede funnel digitali.

Essere in possesso di dati di contatto, acquisiti secondo il rispetto delle norme privacy in corso, consente di attuare strategie di lead nurturing, ovvero nutrire gli utenti di informazioni utili sui prodotti o servizi, con la finalità di costruire una relazione, stimolare il potenziale con nozioni e curiosità sul Brand, fino a far suscitare un’esigenza/domanda.

Mediante questa strategia di marketing, andremo ad incrementare il valore del brand e soprattutto la fiducia dei clienti.

Lascia un commento:

Ultimi articoli

13

Nov
Covid-19, Customer Experience

La Customer Experience ai tempi del Covid.

La crisi pandemica ha senza dubbio spinto i brand a rivedere la loro comunicazione, soprattutto per quanto riguarda la customer experience dei loro clienti. Di questi ultimi sono mutate le esigenze e i comportamenti in funzione di una maggiore richiesta di sicurezza, e le aziende hanno dovuto sperimentare in breve tempo nuovi modelli di interazione al fine […]

02

Nov
Lead Generation

Un aiuto concreto

Quando si lavora ad una strategia di marketing il primo passo è mettersi dalla parte del cliente. Ciò vuol dire cercare di comprenderne i dubbi, le esigenze e tutto ciò che interviene nel processo decisionale di acquisto. L’obiettivo è fornire al cliente finale una soluzione concreta e possibilmente definitiva ad un suo problema oggettivo, ma affinché questi[…]