digitalmarketing

Il Digital Marketing? Semplicità innanzitutto.

Come nasce un progetto di Digital Marketing? Ma soprattutto che cos’è?

Un progetto DM (Digital Marketing) può essere tante cose, dalla ricerca di nuovi clienti al consolidamento di un posizionamento sul mercato, dal lancio di un prodotto/servizio alla costruzione di un brand.

Dunque il DM va visto come un processo strutturato finalizzato ad uno scopo ben definito.

Ciò va precisato perché l’errore più diffuso tra le aziende è quello di non avere un’idea precisa, ma di voler raggiungere diversi obiettivi in un’unica soluzione, un unico percorso. Non funziona così, non può.

La confusione poi aumenta quando si entra in dettagli più tecnici, ad esempio: vogliamo essere maggiormente presenti sui Social Network perché è lì che si possono acquisire nuovi clienti, e poi da lì riusciamo a comunicare direttamente con loro, possiamo costruire una community e dare anche un servizio di assistenza.

Tutto vero, ma già in queste poche richieste ci sono diversi percorsi non necessariamente interconnessi tra di loro.

L’acquisizione di nuovi clienti, la cosiddetta Lead Generation, può avere un ciclo a sé, indipendentemente dall’assistenza; così come la costruzione di una community passa necessariamente da un’attività di Content Marketing e definizione dell’identità di brand, nonché ovviamente dallo studio e analisi del target di riferimento.

Tutto questo è senza alcun dubbio DM, ma lo è anche la creazione di una campagna pubblicitaria sui motori di ricerca, con atterraggio su una Landing Page che è il punto di ingresso di un funnel finalizzato alla costruzione di una lista di potenziali clienti da raggiungere successivamente con attività di remarketing e/o Mail Marketing.

E potremmo andare avanti ancora, ma il senso credo sia chiaro.

Da dove partire dunque?

Dalla semplicità innanzitutto, dal sedersi attorno ad un tavolo, prendere carta, matita e liberare la mente da nozioni tecniche.

Ogni obiettivo definisce un percorso, il quale presenta diversi touch-point che altro non sono che dei momenti di contatto tra l’azienda e il pubblico.

Poi vanno stabiliti quali sono i dati da analizzare, quelli cioè che hanno un valore reale in funzione dell’obiettivo scelto.

Infine occorre stabilire delle tempistiche.

Questo a grandi linee ovviamente, poi ogni punto necessita di uno sviluppo preciso, quindi contenuti da creare, eventuali prodotti front-end, tipologia di offerta, canale ecc.

Ma occorre semplificare soprattutto all’inizio, altrimenti si viene travolti dalla voglia di fare e si finisce con creare un calderone di buone idee assemblate male e in maniera confusa.

Ovviamente un elemento da tener conto è la disponibilità in termini di budget, perché è in funzione di quest’ultimo che va definito tutto il progetto, per evitare illusioni su obiettivi ambiziosi o sottostimare le potenzialità del tutto mantenendo un basso profilo che risulterebbe inadeguato.

Infine da chiarire una cosa: qualsiasi attività di sponsorizzazione, o campagna marketing, su qualsiasi canale che sia Social o Google, va presa inizialmente come un test.

Si inseriscono delle informazioni nelle piattaforme pubblicitarie e si chiede a queste ultime di lavorarle, i risultati non sono mai certi e la cosa più preziosa è l’insieme di dati che ci vengono restituiti, sui quali poi fare operazioni di ottimizzazione per giungere al risultato finale.

Nel DM nessuno può dire di avere la soluzione preconfezionata che risolve tutti i problemi, che arriva con certezza al risultato.

L’unica certezza è che se non si svolge un lavoro di analisi preventiva, scegliendo obiettivi commisurati alle reali potenzialità dell’azienda, si fa un buco nell’acqua a danno dell’azienda stessa, la quale non otterrà il risultato che sperava (o che qualcuno le ha fatto credere), e finiranno col perdere la fiducia nel Digital Marketing.

E in quel caso avremmo perso tutti.

Lascia un commento:

Ultimi articoli

06

Dic
Blog, Comunicazione, Lead Generation

Gli step che accompagnano l’acquisto…

Per antonomasia sono 3 gli step che segue un consumatore medio, prima di sodisfare un bisogno/esigenza/desiderio. La presenza di un supporto, per il nostro potenziale, potrebbe risultare determinante affinché si concretizzi l’acquisto di un prodotto o servizio.  In seguito alla fase di elaborazione dell’esigenza, secondo la nostra esperienza, ci si addentra alla fase di valutazione. Si susseguono […]

04

Dic
Comunicazione, Digital Marketing, Strategia

Cyber Monday 2019 da record per Amazon

Per Amazon il Cyber Monday 2019 è stato l’evento del record dello shopping di tutta la storia dell’azienda. Amazon ha comunicato che il Cyber ​​Monday è stata la giornata di shopping di maggior successo, in base al numero di articoli ordinati a livello globale e di fatturato assoluto. L’e-commerce più grande in assolutoraggiunge un altro straordinario obiettivo, aprendosi a riflessioni ampi e[…]