Come vendere online anche se parti da zero

Vendere online è diventato più popolare che mai, soprattutto dopo la pandemia.
Ecco come puoi anche tu iniziare a vendere sul web e incrementare i profitti aziendali. 

Esistono diversi modi per iniziare a vendere prodotti online:

  • Puoi utilizzare un market, una piattaforma di e-commerce o aggiungere un carrello a un sito Web esistente.
  • Per i nuovi venditori, mercati come Etsy e Amazon Marketplace sono opzioni facili e convenienti sopratutto in fase iniziale per testare il mercato e iniziare in brevissimo tempo a vendere online.
  • Le piattaforme di e-commerce semplificano la creazione rapida di un negozio online. Hanno strumenti integrati per aiutarti ad accettare pagamenti e gestire l’inventario.

Questo articolo è rivolto a privati e imprenditori che desiderano vendere online e aumentare così il numero di vendite.

Vendere online è più che creare un sito Web e caricare immagini di prodotti.
Richiede passione, esperienza e capacità di marketing per avere successo.
La buona notizia è che esistono una miriade di strumenti per aiutare il tuo negozio online ad avere successo. Segui questi cinque passaggi per iniziare a vendere prodotti online.

Come vendere on line

Prima di poter iniziare a vendere online, devi escogitare una strategia. Il modo più rapido per fallire è inserire prodotti casuali su un sito Web o un marketplace e sperare per il meglio.
Devi considerare la vendita online come la vendita in negozio. Se devi aprire un nuovo negozio, dovrai trovare un prodotto di cui sei esperto. Difficilmente potrai vendere computer se non sai neache come si accendono. Se invece hai già un negozio fisico, e vuoi aumentare i tuoi clienti vendendo online, non hai bisogno di fare questa ricerca: i prodotti li hai già.

Una volta che sai quale prodotto o prodotti vuoi vendere, puoi darti da fare per avviare la tua attività di e-commerce. Ecco un elenco di passaggi da seguire per iniziare a vendere online.

1. Assegna un nome alla tua attività e al tuo dominio

Scegliere il nome del tuo sito web e del tuo dominio è importante quasi quanto scegliere i prodotti che venderai.
Devi scegliere un nome non troppo lungo e soprattutto facile da ricordare e da scrivere.

2. Scegli la tua sede

La sede di un e-commerce è lo strumento che viene utilizzato per vendere. Se sei alle prime armi e vuoi capire come funziona questo mondo, potresti utilizzare Amazon, Etsy o Ebay. Se invece vuoi una soluzione personale e più completa, puoi optare per Shopify o per WooCommerce.

3. Decidi quali pagamenti accettare

Accettare pagamenti sul tuo negozio online può essere facile o complicato, a seconda di quanto vuoi fare.

Se gestisci il tuo sito Web e desideri elaborare i pagamenti, puoi collaborare con un elaboratore di pagamenti per aggiungere un carrello degli acquisti, una pagina di pagamento o un modulo di pagamento.
Questa è una terza parte che gestisce la transazione di pagamento quando un cliente effettua un acquisto online. In pochi secondi, il processore di pagamento comunica tra te e la banca per assicurarsi che ci siano fondi sufficienti per effettuare l’acquisto. Impiega anche misure di sicurezza per garantire che non sia un metodo di pagamento fraudolento. I processori di pagamento popolari per le attività online includono Square, Stripe e PayPal.

Se utilizzi una piattaforma di e-commerce come Shopify, i pagamenti sono generalmente integrati. Alcuni ti consentono di lavorare con un processore di pagamento di terze parti, ma potrebbero addebitarti un costo aggiuntivo.

Se hai un negozio fisico in cui accetti già carte di credito, il tuo processore di pagamento esistente dovrebbe essere in grado di supportare le tue vendite online. E, se hai firmato un contratto con loro, potresti effettivamente essere contrattualmente obbligato a utilizzarli come elaboratore online, quindi in questo caso informati bene prima di procedere.

Quando si tratta del tipo di metodi di pagamento che il tuo negozio di e-commerce dovrebbe accettare, più sono, meglio è. Devi assolutamente accettare carte di credito e carte di debito, ma dovresti anche considerare pagamenti digitali come Apple Pay, PayPal e Google Pay. Quando gestisci un negozio online “devi accettare più delle carte di credito”, ha affermato Tory Brunker, direttore del marketing dei prodotti di Adobe. Raccomandiamo PayPal e alcuni degli altri metodi di pagamento ampiamente utilizzati.

4. Fai attenzione alla spedizione

Amazon ha reso la spedizione gratuita e la consegna rapida all’ordine del giorno, ma non tutti i negozi di e-commerce possono permettersi di offrirlo. È importante capire i costi di spedizione e l’impatto che avrà sui profitti prima di elencare le tariffe. È un atto di equilibrio. Non vuoi perdere una vendita perché la spedizione è troppo costosa, ma non vuoi perdere soldi perché hai dato a tutti la spedizione gratuita.

“Devi trovare un modo per fornire valore e superare costantemente le aspettative”, ha affermato Brunker. “Catturare e mantenere i clienti è assolutamente fondamentale, soprattutto in questo momento poiché le persone apprezzano la velocità e la comodità sopra ogni altra cosa”.

5. Pubblicizza il tuo e-commerce

Puoi avere il miglior sito di e-commerce del mondo ma se nessuno lo sa, non vale niente. I siti di social media come Facebook, Instagram, Pinterest, Twitter e TikTok sono tutte ottime piattaforme per creare consapevolezza sul tuo negozio. La costruzione del brand è una parte importante del successo della vendita online.

Quali sono i market di e-commerce popolari per vendere online?

Esistono diversi market di e-commerce in cui puoi vendere prodotti di tendenza. Alcuni si rivolgono a nicchie, mentre altri sono generalisti. Ecco due delle opzioni più popolari.

Amazon

Amazon gestisce un mercato di e-commerce che consente alle aziende di vendere prodotti ai suoi oltre 150 milioni di clienti negli Stati Uniti. In cambio di tale accesso, Amazon addebita una tariffa mensile e applica anche una commissione di segnalazione per articolo. I negozi online possono pagare un extra per Amazon per gestire la spedizione.

Il piano di vendita professionale di Amazon costa 39,99€ al mese.

Il piano di vendita individuale è di 0,99€ per unità venduta. Questo piano è per gli imprenditori che vendono meno di 40 articoli al mese.

C’è anche una commissione di riferimento per articolo. La tariffa si basa sulla categoria del prodotto.

Etsy

Orientato ai venditori di artigianato, gioielli e altri articoli fatti in casa, Etsy è diventato un enorme mercato, fornendo ai venditori l’accesso a oltre 40 milioni di persone.

Etsy addebita una commissione di inserzione di 0,20€ per articolo. Gli annunci rimangono attivi per quattro mesi o fino a quando non vengono venduti.

C’è anche una commissione di transazione del 5% e una commissione di elaborazione del pagamento del 3% + 0,25€.

Se effettui una vendita da uno degli annunci fuori sede di Etsy, questi subiscono una riduzione del 15%.

Quali sono le piattaforme di e-commerce popolari?

Le piattaforme di e-commerce aiutano gli imprenditori a creare un negozio online in pochissimo tempo. Queste piattaforme aiutano anche i commercianti a elencare e vendere i loro prodotti, gestire l’inventario e accettare pagamenti. Ecco due opzioni popolari.

Shopify

Utilizzato da oltre 1 milione di aziende, Shopify è una popolare piattaforma di e-commerce che offre ai suoi clienti una suite completa di servizi. I commercianti possono creare un negozio online, vendere prodotti sui social media e sui mercati e gestire l’inventario dei prodotti, i pagamenti e le spedizioni. Shopify addebita un abbonamento mensile.

Il piano Lite costa 9€ al mese, ma è progettato per essere utilizzato con un sito Web esistente. Per l’esperienza completa della piattaforma, avrai bisogno del piano Basic o superiore.

Il piano Basic costa 29€ al mese, seguito dalla sua offerta di livello medio a 79€ al mese e dal suo pacchetto Advanced a 299€ al mese.

BigCommerce

Dalla creazione di un attraente negozio online alla gestione del tuo social media marketing, BigCommerce è un’altra piattaforma leader per vendere online. Il suo prezzo è paragonabile a Shopify.

Il piano più economico del piano Standard arriva a 29,95€ al mese. Il servizio di livello medio costa 79,95€ al mese mentre il piano di fascia più alta è 299,95€.

Tutti i piani hanno spazio di archiviazione illimitato, larghezza di banda e account del personale e non ci sono commissioni di transazione.

Quali tipi di prodotti sono redditizi da vendere online?

Non tutti i commercianti online hanno una passione per i prodotti che vendono; molti approfittano di una tendenza o vendono articoli accessori per un prodotto popolare.

Prendi la pandemia di COVID-19. Con le persone che lavorano a casa e preoccupate per la propria salute, alcune categorie di prodotti hanno fatto guadagnare letteralmente milioni di euro.

Sempre Bruckner ha affermato che c’è stato un aumento della domanda di articoli per la casa, in particolare articoli per la decorazione, attrezzi e attrezzature per l’allenamento e materiali per il miglioramento della casa. Potresti non essere in grado di vendere legno, ma potresti vendere oggetti necessari per l’artigianato fai-da-te.

I vantaggi della vendita online

Nel mercato odierno, avere una presenza online è un requisito per i rivenditori di tutte le dimensioni.

“È assolutamente essenziale che le piccole imprese si mettano online”, ha affermato Stabler. “Non solo per sopravvivere, ma anche per prosperare, devi raggiungere i tuoi clienti ovunque si trovino. C’è un’opportunità per le piccole imprese di diventare globali in un modo mai fatto prima”.

Ci sono molti altri motivi per portare la tua attività online. Eccone sette importanti.

1. Costi di avvio più economici

Chiunque gestisca un negozio fisico conosce i costi associati alle operazioni. Dall’affitto alle utenze, ci sono molti costi generali. Quando configuri il tuo negozio su Internet, non devi preoccuparti di un padrone di casa o di una bolletta elettrica. Né è necessario assumere personale per raccogliere contanti, rifornire gli scaffali e gestire le operazioni.

Certo, devi spendere i soldi per creare un sito Web e accettare pagamenti online, che si tratti di una piattaforma di e-commerce o di un’altra soluzione, ma in genere è molto più economico dei costi fisici.

2. Libertà di movimento o di rimanere dove sei

Quando vendi prodotti online, non sei bloccato in una posizione specifica: la tua operazione di e-commerce ti consente di vendere a clienti a livello nazionale e anche in tutto il mondo. Ad esempio, puoi vendere scarpe artigianali a clienti americani: non è necessario aprire un negozio a New York. Tutto ciò di cui hai bisogno è l’accesso a Internet, e-mail e telefoni per continuare a lavorare.

3. Raggiungi più clienti

Non ci sono barriere allo shopping quando lo fai online. Ciò rappresenta una grande opportunità per un piccolo imprenditore di raggiungere una nuova serie di clienti. Può costare di più spedire i prodotti a livello internazionale, ma la vendita online può aumentare la domanda e quindi le vendite.

4. È facile da scalare

Internet è agile e così anche un negozio online. Grazie alla natura digitale dell’e-commerce, è molto facile monitorare le vendite dei prodotti, decidere quali stanno andando bene e quindi aggiungere e rimuovere prodotti in tempo reale.

5. Niente più orari di negozio

Internet è attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7, il che significa che sei sempre aperto agli affari. Anche mentre dormi, gli ordini possono arrivare. Ciò può espandere le tue vendite e migliorare i tuoi profitti poiché non ci sono tempi di inattività.

6. Migliori margini

Senza tutte le spese generali associate a un negozio fisico, puoi offrire i tuoi prodotti online a un prezzo inferiore e ottenere comunque un profitto. Quando vendi online, i tuoi margini tendono a migliorare poiché il costo di fare affari è inferiore.

7. Tieni traccia delle vendite e delle spedizioni

Grazie al software di analisi, alla gestione dell’inventario e agli strumenti logistici, è facile monitorare le vendite online. Ciò può informare la tua decisione su cosa vendere e come migliorare le relazioni con i clienti, valutare i tuoi prodotti e tenere traccia delle tariffe di consegna, tutto ciò migliorerà l’efficienza e i profitti.

Per vendere online e aumentare le vendite, l’ultima cosa che manca è un servizio di assistenza completo, che non solo assista i tuoi clienti dopo l’acquisto, ma che capisca, in tempo reale, le esigenze degli utenti che arrivano sul sito per proporre il prodotto migliore e concludere la vendita evitando che l’utente lasci la pagina. Per fare questo, RispondoxTe è il tuo alleato ideale, grazie alla nostra live chat 100% umana. Contattaci in chat e scopri come possiamo aiutarti ad aumentare le vendite.

Leave a comment

RispondoxTe

L'intera filosofia di RispondoxTe si fonda sul concetto "human contact". Il nostro obiettivo è aumentare lead e clienti, mediante lo strumento Live Chat gestito da consulenti umani altamente qualificati, migliorare l’esperienza di navigazione ed ottimizzare il processo di conversione facendo emergere il fattore umano.

Assistiamo in maniera proattiva i visitatori del tuo sito e-commerce con l'obiettivo di accompagnarli all'acquisto. Attraverso conversazioni proattive, risolviamo i dubbi degli utenti, aumentando le vendite e diminuendo il tasso di carrelli abbandonati.

Contatti

Telefono: 0371 173 09 11
Whatsapp +39 351 948 0055
Email: info@rispondoxte.it

Una piattaforma gestionale integrata, che consente di rendere più fluidi e snelli i processi di business. Un monitoraggio costante per l’ottimizzazione delle performance e degli assetti aziendali.

Facebook      Instagram      LinkedIn

RispondoxTe srl – Rea LO – 2555737 – P.Iva 10442920962 – Cod. Un.: BA6ET11
Capitale Sociale €10.000,00 – Sede legale: Viale IV Novembre, 21 – 26900 Lodi (Lo)
2022 ®RispondoxTe. Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cookie Policy