Torna al sito

9 modi per migliorare i risultati degli annunci di Facebook

Condividi questo articolo

Ti senti come se le tue campagne pubblicitarie di Facebook avessero bisogno di una nuova vita? Ti stai chiedendo quali modifiche puoi apportare per migliorare le conversioni e aumentare le vendite?

In questo articolo scoprirai nove modi per ottimizzare le tue campagne pubblicitarie di Facebook per ottenere più risultati utilizzando funzionalità native nuove o sottoutilizzate della piattaforma, ma che gli esperti del settore utilizzano per campagne profittevoli.

#1: Configura eventi prioritari per concentrarti sugli obiettivi primari

Dall’aprile 2021, Facebook Ads ha apportato modifiche sostanziali al modo in cui tiene traccia delle conversioni in app di terze parti e su siti Web esterni. Vuoi creare campagne che indirizzino le persone a fare acquisti o a completare altre conversioni sul tuo sito web? Vuoi raggiungere gli utenti iOS nel tuo pubblico di destinazione? Assicurati di configurare prima gli eventi di conversione in Gestione eventi di Facebook.

Facebook ti consente di impostare otto eventi di conversione per dominio. Puoi scegliere eventi standard come acquisti, aggiunte al carrello e abbonamenti. In alternativa, puoi impostare conversioni personalizzate per tenere traccia di eventi esclusivi del tuo sito web o brand.

Per ottenere i migliori risultati, attiva l’ottimizzazione del valore per almeno un evento. Ottimizzando per il valore, ottieni l’accesso a opzioni che hanno maggiori probabilità di aumentare il tuo ritorno sulla spesa pubblicitaria (ROAS), come l’utilizzo della strategia di offerta ROAS minimo.

Quando attivi questa opzione, puoi anche vedere i risultati di ottimizzazione del valore nei rapporti di Gestione inserzioni.

In questo modo, puoi monitorare da vicino il ROAS e assicurarti di raggiungere i tuoi obiettivi, anche se continui ad alzare il livello di difficoltà della strategia e di spesa.

#2: Imposta un ROAS minimo

Per impostazione predefinita, la maggior parte delle campagne pubblicitarie di Facebook utilizza la strategia di offerta con il costo più basso. Questa opzione è progettata per generare i migliori risultati per il tuo budget, ma non ti dà molto controllo sulle specifiche tecniche.

Se sei seriamente intenzionato a migliorare il tuo ritorno sulla spesa pubblicitaria, utilizza invece la strategia di offerta con ritorno sulla spesa pubblicitaria minimo. Con questa opzione, Facebook Ads mira a generare il valore di acquisto più alto possibile mantenendo il ROAS medio specificato.

Per modificare questa impostazione, modifica la tua strategia di offerta a livello di campagna. (Tieni presente che devi aver configurato un evento di conversione ottimizzato per il valore in Gestione eventi per ottenere l’accesso all’offerta ROAS minimo).
A livello del gruppo di inserzioni, imposta il controllo del ROAS minimo.

Quindi, scegli il tipo di evento che desideri ottimizzare, ad esempio un acquisto sul tuo e- commerce.

Se non sei sicuro di cosa impostare per un’offerta ROAS minima, controlla le metriche ROAS per campagne simili che hai eseguito in passato. Man mano che la tua nuova campagna genera eventi e dati, tieni d’occhio i risultati.

Se non ricevi tutti i clic o gli acquisti che ti aspettavi, potresti aver impostato il ROAS MINIMO troppo alto. Se i tuoi risultati sono di gran lunga migliori del previsto, potresti essere in grado di impostare un ROAS minimo più elevato in futuro e ottenere risultati ancora migliori.

#3: Personalizza il copy dell’annuncio di Facebook con “Ottimizza testo per persona”

Scrivere annunci affini al tuo pubblico è un altro ottimo modo per ottenere risultati migliori senza spendere più soldi. Ma anche se il copy è perfetto, potresti non sapere come organizzarlo al meglio nel tuo annuncio.

La maggior parte degli annunci di Facebook include tre campi di testo: titolo, descrizione e testo principale. Il titolo funzionerebbe meglio come descrizione?Oppure dovresti spostare il testo principale nella descrizione?

Con la funzione “Ottimizza testo per persona” di Facebook Ads, puoi testare automaticamente tutte le possibilità.

Questa funzione, lanciata a luglio 2021, consente agli annunci di Facebook di spostare il titolo, la descrizione e il testo principale in diversi campi di testo se è probabile che ottenga risultati migliori.

Per attivarlo, devi prima scegliere uno degli obiettivi della campagna che supportano questa funzione, come Traffico o Conversioni. Quindi, a livello di annuncio, scorri verso il basso fino alla sezione del copy e attiva la funzione ottimizza testo per persona.

Per dare all’algoritmo di Facebook ancora più opzioni con cui lavorare, aggiungi più opzioni per ogni campo. Fare clic sul pulsante Aggiungi opzioni sotto ogni campo per aggiungerne fino a cinque. Quando pubblichi il tuo annuncio, la piattaforma mostrerà la copia e il posizionamento più efficaci per massimizzare i risultati.

#4: Personalizza la promozione del prodotto con Facebook Dynamic Creative

E se hai molte creatività da utilizzare e non sei sicuro di quale funzionerà meglio?

Puoi consentire a Facebook Ads di ottimizzare le tue creatività per ciascun utente. In questo modo, puoi migliorare i tuoi risultati con un piccolo aiuto dall’algoritmo di Facebook: non è necessaria alcuna spesa pubblicitaria aggiuntiva.

Quando utilizzi l’opzione Creatività dinamica di Facebook Ads, la piattaforma mostra varie combinazioni di testo, immagini, video e persino inviti all’azione (CTA). Sono tutti basati su ciò che l’algoritmo determina che sia più efficace per ciascun utente.

Se stai mirando ad espandere la tua base di clienti nel 2022, Dynamic Creative potrebbe essere particolarmente utile. Può aiutarti a ottenere la giusta creatività anche quando ti colleghi a nuovi segmenti di pubblico.

A livello di annuncio, puoi caricare fino a nove immagini e nove video per ogni annuncio. Puoi anche scrivere fino a cinque opzioni per titoli, descrizioni e testo principale.

#5: perfeziona gli elementi degli annunci di Facebook con i test A/B

La rinnovata funzionalità di split test di Facebook Ads semplifica l’impostazione delle variabili prima ancora del lancio della campagna.

Puoi attivare l’opzione Crea test A/B durante la creazione della campagna. Quando pubblichi la campagna, Ads Manager ti guiderà attraverso la configurazione di un’altra versione da testare in modo da poter iniziare subito a sperimentare.

Puoi anche impostare uno split test durante l’esecuzione di una campagna. Questa opzione è ideale se ritieni che i tuoi annunci non stiano generando i risultati desiderati e devi identificare il problema e recuperare rapidamente il ROAS.

Per creare uno split test per un annuncio esistente, seleziona la campagna che desideri testare e fai clic sul pulsante A/B Test. Puoi duplicare un annuncio esistente per creare una versione di prova o eseguire due annunci esistenti l’uno contro l’altro. Quindi scegli la variabile che desideri testare. Puoi confrontare segmenti di pubblico, posizionamento degli annunci o asset della creatività.

Infine, decidi come Ads Manager dovrebbe determinare il vincitore. Puoi basare la decisione su parametri come il costo per risultato o il costo per acquisto, oppure scegliere tra gli eventi standard di Facebook.

Ciò significa che puoi azzerare i costi di acquisto e aumentare il tuo ROAS. Puoi anche scegliere di terminare il test in anticipo se la piattaforma determina un vincitore prima del tempo, per ottimizzare la tua campagna più rapidamente.

Poiché un test A/B sperimenta con una sola variabile, questo metodo può aiutarti a individuare esattamente ciò che genera il maggior numero di clic e conversioni. In questo modo, puoi applicare ciò che hai imparato alle campagne future e continuare a migliorare il tuo ROAS nel tempo.

#6: Retargeting e costruisci su un pubblico coinvolto

Sperimentare con un pubblico diverso tramite la funzione A/B Test può darti molti dati utili. Ma potresti avere difficoltà a migliorare il ritorno sulla spesa pubblicitaria se ti rivolgi principalmente al pubblico TOFU. Per scegliere come target i potenziali clienti che già ti conoscono e sono in una fase più avanzata del tuo processo di vendita, crea un pubblico di remarketing e abbinalo a un catalogo.

Inizia impostando un catalogo prodotti in Commerce Manager. Sebbene tu possa collegare il tuo catalogo di prodotti a un sistema di gestione dell’inventario eCommerce fuori sede come Shopify o WooCommerce, potresti invece considerare di collegarlo a un negozio Facebook. Quando mantieni i clienti su Facebook durante il processo di pagamento, non incontrerai problemi di tracciamento di terze parti, che potrebbero migliorare i tuoi risultati.

Una volta impostato il catalogo, torna a Gestione inserzioni e crea una campagna utilizzando l’obiettivo Vendite catalogo. A livello di gruppo di inserzioni, scegli un gruppo di prodotti.
Quindi seleziona l’opzione per reindirizzare gli annunci alle persone che hanno interagito con i tuoi prodotti.

Scegli cosa vuoi realizzare, come ad esempio:

  • Coinvolgi nuovamente le persone che hanno visualizzato gli articoli o li hanno aggiunti a un carrello, il che può aiutarti a recuperare potenziali clienti interessati;
  • Vendi articoli a persone che stanno già considerando i tuoi prodotti, il che può aumentare le tue entrate;
  • Cross-selling a clienti che hanno già acquistato dalla tua attività, che può aumentare le entrate e coltivare la fedeltà.

A livello di annuncio, attiva Formati dinamici e Creatività. La scelta di questa opzione garantisce che Facebook fornisca la creatività ottimale a ciascun cliente, il che, come detto prima, è fondamentale per massimizzare il ROAS.

Anche se il retargeting del pubblico ti aiuta a raggiungere persone che sono naturalmente più inclini a completare un acquisto, questa opzione non è una soluzione sicura per i tuoi problemi di ROAS. I recenti aggiornamenti alle capacità di tracciamento di Facebook Ads hanno sostanzialmente cambiato il modo in cui la piattaforma popola il pubblico di retargeting.

Di conseguenza, il tuo pubblico di retargeting potrebbe essere più piccolo di quanto ti aspetteresti in genere. Prendi in considerazione l’utilizzo di una delle opzioni seguenti per aumentare le dimensioni del tuo pubblico e migliorare i risultati, pur continuando a generare maggiori entrate.

Pubblico simile automatizzato

Dopo aver configurato il tuo pubblico di retargeting, hai la possibilità di aggiungere più utenti simili a quel pubblico. Per richiedere a Facebook Ads di popolare un pubblico simile in base al tuo pubblico di retargeting, attiva questa opzione.

Pubblico personalizzato

Puoi anche espandere il tuo targeting aggiungendo un pubblico personalizzato. Ad esempio, puoi creare manualmente un pubblico simile o scegliere un pubblico in base alle persone che hanno interagito con il tuo marchio.

#7: Attira potenziali clienti con gli annunci lead di Facebook

Se sei seriamente intenzionato a ottenere lead caldi, usa l’obiettivo della campagna Generazione contatti. Con questo obiettivo, puoi ottenere, senza landinc page ma direttamente su Facebook grazie a un modulo pre-compilato, un numero elevato di lead.

Il modulo per i lead pone alcune domande qualificanti e richiede informazioni di contatto, generalmente in cambio di una risorsa gratuita, come un pdf scaricabile o una consulenza gratuita.

Per impostare questo tipo di annuncio, crea una campagna con l’obiettivo Generazione contatti. Quando configuri il modulo per i lead, utilizza un tipo di modulo con un intenzione più elevata. La scelta di questa opzione aumenta la possibilità che le informazioni che ricevi siano accurate, rendendo i tuoi risultati più preziosi.

Una volta che inizi a raccogliere i dettagli di contatto tramite il modulo per i lead, puoi iniziare a seguire i potenziali clienti. Poiché puoi contattarli al di fuori di Facebook Ads, puoi ottimizzare la tua canalizzazione di conversione senza preoccuparti dei problemi di monitoraggio del pubblico.

#8: “Scalda” i tuoi lead attraverso i messaggi di Facebook

I recenti aggiornamenti di Facebook Ads hanno avuto il maggiore impatto sulle conversioni monitorate al di fuori dell’app. Ad esempio, l’ottimizzazione per le conversioni o la creazione di un pubblico in base alle azioni del sito Web è diventata molto più impegnativa.

Uno dei modi più semplici per aggirare questo problema è ottimizzare le conversioni in-app. Se desideri raggiungere le persone nella prima fase del percorso del cliente, crea una campagna utilizzando l’obiettivo Messaggi. In questo modo, puoi connetterti con i potenziali clienti su Facebook Messenger, Instagram Direct o WhatsApp.

Per impostare una campagna Messaggi, decidi se vuoi coinvolgere nuovamente le persone con cui hai già inviato messaggi (Messaggio sponsorizzato) o avviare nuove conversazioni (Fai clic per messaggio). Puoi persino rivolgerti a un pubblico di persone che hanno già inviato messaggi alla tua attività o interagito con i tuoi annunci per assicurarti di raggiungere potenziali clienti con una canalizzazione inferiore.

Dopo aver selezionato un pubblico, aggiungi la tua creatività e imposta un modello di messaggistica. Se il tuo obiettivo principale è ottenere più lead tramite Messenger, ottimizza i lead a livello di gruppo di inserzioni e scegli il nuovo modello di messaggistica Genera lead a livello di annuncio. Puoi selezionare da un elenco di domande suggerite o personalizzarne una tua per qualificare i potenziali clienti.

Successivamente, puoi creare una campagna di conversione per reindirizzare le persone che hanno interagito con i tuoi messaggi. In questo modo, puoi spostare i potenziali clienti attraverso il tuo funnel di vendita senza preoccuparti dei limiti di tracciamento di Facebook Ads.

#9: Utilizza il posizionamento delle storie di Facebook per i tuoi annunci

Cosa succede se desideri che i potenziali clienti scambino le loro informazioni di contatto con una risorsa scaricabile ma non desideri utilizzare i moduli per i lead di Facebook Ads? Puoi sempre utilizzare l’obiettivo Traffico o Conversioni per indirizzare i potenziali clienti al tuo sito web. Se i visitatori del sito Web convertono, le limitazioni di tracciamento di terze parti di Facebook non saranno un problema.

Per ottimizzare i risultati, diventa creativo con il formato o il posizionamento dell’annuncio. Prendi in considerazione l’utilizzo di un formato di annuncio più recente come le storie. Gli annunci nelle storie possono costare meno e generare risultati migliori se li fai nel modo giusto.

Per sfruttare l’atmosfera autentica delle storie, non limitarti a riutilizzare la stessa creatività che hai utilizzato per il posizionamento dei feed di Facebook. Invece, personalizza la creatività in modo che si adatti perfettamente alle storie organiche. Puoi farlo a livello di annuncio modificando i media per le storie di Facebook.

Conclusione

Come vedi, ci sono molti modi e molte strategie che puoi utilizzare per migliorare i risultati delle tue campagne Facebook per ottenere lead e clienti. Se vuoi ottenere una strategia personalizzato cucita su misura per te, contattaci in chat per parlare con un nostro consulente, ti aiuteremo DA SUBITO a aumentare lead e clienti attraverso il digital marketing.

Altri articoli

Uncategorized

Come vendere su tiktok

Ormai sappiamo che vendere su TikTok è possibile, dato che questo social è diventato molto più di semplici video di balletti fatti da adolescenti. La